Panelita, l’integrale macinata a pietra

Cosa rende una pasta veramente buona e di qualità? La risposta è relativamente semplice.

Cosa rende una pasta veramente buona e di qualità? La risposta è relativamente semplice: passione artigianale, trafile di bronzo massiccio e la lenta essiccazione a bassa temperatura (meno di 40°C per 36-48 ore). Una pasta integrale fatta rispettando questi criteri sprigionerà tutta l’energia vitale del chicco esaltandone i sapori originari.

Semola integrale macinata in Mulini a Pietra e Cereali Antichi sono il segreto delle Specialità Biologiche Panelita, la nuova linea di pasta prodotta esclusivamente da farine biologiche certificate: di khorasan – Triticum turanicum, di Farro Dicocco – Triticum dicoccum (Noto cereale dei legionari dell’Antica Roma con un patrimonio genetico di 28 cromosomi, la cui area di diffusione originaria è collocabile da Oriente del Mediterraneo fino al Caucaso) e di Farro Monococco – Triticum monococcum o Eincorn (è la specie di farro più antica con un patrimonio genetico di 14 cromosomi: la sua origine si colloca intorno al VII-VI millennio a.C. nelle aree montuose dell’Anatolia.), tutte e tre coltivate in Italia.

La macinatura è fatta mediante palmenti di pietra, la migliore è quella Francese originaria di La Fertè-sous-Jouarre, che svolgono un’azione lenta e delicata sul chicco senza surriscaldarlo. Il Chicco, inoltre, è macinato “a tutto corpo” incorporando anche la parte del Germe. La componende preziosa di crusca non viene rimossa e soprattutto non viene addizionata successivamente, come previsto per le comuni farine integrali (ai sensi del DPR 187 del 2001) che sono “ricostituite” a partire da quelle raffinate (sfarinati bianchi).

La granulometria grossolana della Semola Integrale (non farina o altri sfarinati come il semolato), combinata alla permanenza della crusca, riveste un ruolo chiave ai fini della digeribilità e della gradualità di assorbimento. Il lento “massaggio” che la Pietra esercita sul chicco, a differenza dei cilindri rotanti, esalta i profumi dei Cereali Antichi e ne salvaguarda l’Energia Vitale.

L’abbinamento ideale, anche a fini nutrizionali, è con le verdure (crude o scottate) oppure con sapori marcati (peperoncino, alghe, acciughe, funghi, tofu, ecc…). Suggerito il pomodoro fresco mentre sono sconsigliate la passata o la panna. Per assaporarne il vigore originale basta anche soilo un po’di olio extra vergine (con o senza aglio).

Data l’alta resa si consiglia una porzione di 70-80 grammi a persona.

La pasta Panelita è disponibile in diversi formati per ogni tipo di farina. Vi segnaliamo le paste speciali: Fusilli Farro Dicocco integrale e Ortica, Caserecce Farro Dicocco integrale e Miglio, Caserecce Farro Monococco integrale e Segale montana.

Venite nel nostro negozio di Strada Baganzola 8/a, a Parma, e richiedi la confezione assaggio gratuita (fino ad esaurimento delle scorte).

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *